Ignazio Silone Web

 
 

Home
Su
1900-1916
1917-1920
1921-1924
1925-1927
1928-1929
1930-1931
1932-1934
1935-1937
1938-1943
1944-1946
1947-1949
1950-1955
1956-1963
1964-1978

 

Cronologia

 

 1917 - 1920

 

         

1917

giugno

01/06/1917

Reggio Calabria

Scrive a don Orione ricordandogli di adoperarsi per farlo esentare, per motivi di salute, dalla leva.

 

1917

giugno

08/06/1917

Reggio Calabria

Scrive a don Orione due lettere esprimendo il suo malessere fisico e il suo desiderio di uscire dalla vita convittuale.  Dopo queste lettere interrompe gli studi a Reggio Calabria   e torna a Pescina  (otterra' la licenza liceale a Roma).

 

1917

settembre

 

Pescina

Partecipa alle riunioni delle prime Leghe contadine del Fucino.

 

1917

ottobre

 

Pescina

E' nominato segretario regionale della Gioventu' socialista.

 

1917

novembre

 

Pescina

Scrive tre articoli per l'Avanti (edizione romana della domenica), nei quali, con corredo di dati, accusa gli ingegneri del Genio civile di Avezzano di aver male amministrato e rubato i fondi destinati alla ricostruzione delle case di abitazione distrutte dal terremoto.

 

1918

marzo

 

Pescina

Scrive a don Ferretti, direttore del collegio di Reggio Calabria, e lo informa che il 15 marzo 1918, alla visita sanitaria militare definitiva, sara' riformato.  Da' notizia che, non andando d'accordo con i parenti, vive, con il sussidio di novanta lire del patronato, in una "casetta di cemento ...con una decina di studenti, vagabondi, operai e gente allegra. "

 

1918

maggio

29/05/1918

Pescina

Capeggia una sommossa popolare a Pescina, per impedire l'arresto da parte dei carabinieri di alcuni soldati in licenza dal fronte.  Viene incendiata la caserma e vengono feriti alcuni carabinieri.

1918

luglio

17/07/1918

Pescina

Viene processato e  condannato ad un'ammenda, al risarcimento dei danni e alle spese processuali, per l'assembramento e per la distruzione della caserma dei carabinieri, nella manifestazione del 29 maggio 1918, contro l'arresto di soldati in licenza dal fronte.

 

1918

luglio

29/07/1918

Pescina

Scrive a don Ferretti e lo informa dell'interruzione dei suoi studi (non si iscriverà all'Università), dei pericoli della salute e della perdita della fede.

 

1918

luglio

29/07/1918

Pescina

Scrive a don Orione confessandogli di essere diventato socialista e,  quindi, di non essere piu' credente.  Pur scrivendo  che vorrebbe essere aiutato ad andare "lontano da questo clima (di Pescina), che mi ha rovinato la salute, da questo ambiente che mi ha rovinato gli studi", Silone ha già fatto la sua scelta di vita politica.

Don Orione gli risponderà:  “tu hai davanti un gran bivio, un tremendo bivio, - con una idea molto eletta della vita…”

 

1918

settembre

 

Roma

Aderisce all'Unione socialista romana.

 

1919

febbraio

 

 

Il fratello Romolo è ospitato da don Orione al “Convitto Paterno” di Tortona, dove resterà fino all’ottobre 1920.  Prende la licenza ginnasiale;    si fa notare per i comizi anticlericali.

 

1919

febbraio

21/02/1919

Roma

Scrive al fratello Romolo, appena giunto a Tortona, per incitarlo a studiare:   lo informa di avere ripreso gli studi lui stesso a Roma.

 

1919

giugno

21/06/1919

Roma

Nel comizio di sostegno alla rivoluzione russa, che si tiene alla casa del popolo di Roma (rione Celio), rappresenta la Gioventu' socialista.  Rifiuta di parlare assieme ai socialisti riformisti Turati e Zibordi.

 

1919

agosto

 

Roma

Eletto segretario della Gioventù  socialista romana.

 

1919

settembre

30/09/1919

Roma

Segnalato come "sovversivo" dalla Questura di Roma, che riferisce con allarme sulle sue relazioni, sulla sua corrispondenza sovversiva e soprattutto sulla sua intenzione di tornare stabilmente a Pescina, alla vigilia delle elezioni generali.

 

1919

ottobre

 

Roma

 

Membro del Comitato centrale della Gioventù Socialista Italiana.

 

1919

novembre

 

Berlino

Membro supplente dell’Internazionale  comunista giovanile, appena fondata a Berlino.  Il suo primo viaggio all'estero ha come meta Berlino, dove conosce i leader del movimento giovanile tedesco.  Incontra, poi, Gramsci a Milano e a Torino.

 

1919

dicembre

25/12/1919

Roma

Vive a Roma la sua militanza politica in condizioni d’indigenza.  A Natale cerca don Orione alla chiesa di S. Anna (Piazza Rusticucci) e ne riceve un sussidio.

 

1920

gennaio

10/01/1920

Roma

Nominato direttore del settimanale L'Avanguardia, organo della Gioventu' socialista, incarico che conservera' per  tutto il 1920. Nella scheda biografica redatta nel 1925 dalla polizia politica si ricorda che, nel 1920, era stato redattore dell'Avanti.

 

1920

gennaio

20/1/1920

Pescina

Scrive al fratello Romolo a Tortona:  è appena arrivato a Pescina dalla nonna, lo andrà presto a trovare.

 

1920

maggio

24/05/1920

Pescara

Torna in Abruzzo e  interviene al Convegno regionale socialista che si tiene a Pescara, durante il quale  prendono la parola anche tre deputati  sugli eccidi proletari che insanguinano la regione.

 

1920

ottobre

 

 

Romolo, che aveva  lasciato  il Convitto Paterno di Tortona per tornarsene a Pescina, viene  accolto nuovamente da don Orione nel Convitto San Romolo a San Remo.  Qui Romolo si segnala per interessi sportivi e comportamento ribelle: nel gennaio 1921 scrive a don Orione, che si preoccupa per le sue intemperanze, “…mi lasci al mio pazzo destino”.   Lascia Tortona nell’estate 1921.

  


Home ] 1900-1916 ] [ 1917-1920 ] 1921-1924 ] 1925-1927 ] 1928-1929 ] 1930-1931 ] 1932-1934 ] 1935-1937 ] 1938-1943 ] 1944-1946 ] 1947-1949 ] 1950-1955 ] 1956-1963 ] 1964-1978 ]